Quaresima 2016

Categoria: Pasqua Pubblicato: Mercoledì, 10 Febbraio 2016

Liberiamo la misericordia

SEGNO: Realizzeremo una croce con 5 gabbie per uccellini, e dentro ciascuna sarà posta una colomba sulla cui ala sarà posta una scritta. Ogni domenica verrà aperta una gabbia e fatta uscira una colomba la cui ala verrà dispiegata e si potrà leggere ciò che liberemo in riferimento all’opera di misericordia spirituale.

deserto 14 Febbraio 2016

MONIZIONE d'INGRESSO: La Quaresima è il tempo del deserto che libera, dell’incontro che arricchisce, del ritorno al Signore che perdona, dell’incontro con il volto misericordioso del Padre. Di fronte al tentatore che seduce ci sta un Padre che ama. Lo Spirito conduce anche noi nel deserto, luogo della prova e della tentazione, luogo in cui ci si spoglia del superfluo e si impara a vivere solo dell’essenziale. Impariamo da Gesù a metterci con fiducia nelle mani di Dio e a desiderare la sua Parola, per realizzare la sua volontà.

MONIZIONE al SEGNO: (il segno sarà attenzionato dopo la preghiera di colletta)

Insegnare agli ignoranti: Le tipologie di ignoranza sono numerose, ma quella più grave, anche se meno percepita, è l'ignoranza delle verità religiose, perché impedisce di conoscere Dio e il suo amore e, di conseguenza, di capire il senso della propria vita. Ognuno è chiamato a diffondere il dono della fede, con discrezione, umiltà, coraggio. Insegnare agli ignoranti non significa ritenersi superiore agli altri, bensì aprire gli occhi a chi ancora non vede. Liberiamo la Giustizia perché solo aiutando le persone che hanno più difficoltà nella vita ad uscire dal buio dell’ignoranza potremmo costruire un mondo più giusto.

MONIZIONE di ringraziamento

Questa Eucaristia ci insegni a vincere la tentazione per rimanere ancorati nell’abbraccio misericordioso di Dio. Grazie, o Signore, perché ci doni la forza per vincere le tentazioni e trasformi la nostra vita in uno strumento di salvezza.

trasfigurazione21 Febbraio 2016

MONIZIONE d'INGRESSO: Oggi, il Signore ci dà appuntamento sul monte della Trasfigurazione, dove lascia trasparire la sua vera identità. Aderiamo, pertanto, alla voce del Padre che indica nel Cristo trasfigurato il suo Unigenito con l’imperativo: «Ascoltatelo!», per professare la nostra fede e rendere autentica la sequela.

MONIZIONE al SEGNO(il segno sarà attenzionato dopo la preghiera di colletta)

Sopportare pazientemente le persone moleste: Molestia è tutto ciò che disturba la nostra quiete, riduce la nostra sicurezza, scompagina i nostri piani. Ci sono molestie che provengono dalla cattiveria umana, altre che sono espressione di maleducazione, altre infine che scaturiscono dalla società. La pazienza di fronte ai difetti altrui è una virtù e un'opera di misericordia. Liberiamo la carità perché le piccole croci che scaturiscono dalla convivenza e dalla diversità ci possono aiutare a maturare in umanità.

MONIZIONE di ringraziamento: Anche noi come Pietro sul Tabor oggi voglia dirti: «Maestro, è bello per noi stare qui!». E’ bello per noi stare qui, o Gesù, intorno all'altare, vicino a te, uniti a te, trasformati in te, trasfigurati in te per la vita eterna!

albero28 Febbraio 2016

MONIZIONE d'INGRESSO: Il tempo della Quaresima è tempo di misericordia, ma tocca a noi aprire il cuore ai richiami di Dio ed agli inviti che ci raggiungono attraverso gli eventi della nostra vita. L’Amore di Cristo trovi in noi il terreno propizio perché possa raccogliere i frutti che attende e possa così donarci la gioia di essere un albero rigoglioso nel giardino di Dio.

MONIZIONE al SEGNO(il segno sarà attenzionato dopo la preghiera di colletta)

Ammonire i peccatori: Peccatori da ammonire siamo tutti noi e tutti siamo invitati a richiamare i fratelli che sbagliano. Il Signore Gesù ci ha detto: "Se tuo fratello commette una colpa, va’ e ammoniscilo, fra te e lui solo: se ti ascolterà, avrai guadagnato il tuo fratello" (Matteo 18,15). La correzione fraterna è un'arte difficile: esige delicatezza, rispetto, discrezione, umiltà. Liberiamo, oggi, la Responsabilità perché ognuno di noi è custode di fronte a Dio dei fratelli che ci stanno accanto, nessuno si salva da solo e tutti siamo uniti in un circolo fraterno di amore e solidarietà.

MONIZIONE di ringraziamento: O Gesù Eucaristia, ti rendiamo grazie, perché Tu sei il cibo speciale che ci sfama nel deserto del mondo. Il tuo invito alla conversione interpella fortemente le nostre coscienze: abbi pietà di noi, quando la nostra vita non porta i frutti di santità che il Padre desidera e aspetta da tutti noi.

figlio06 Marzo 2016

MONIZIONE d'INGRESSO: La tentazione, la trasfigurazione e la conversione delle Domeniche precedenti oggi sfociano nell’esigenza forte della misericordia e del perdono. Dio Padre ci chiede di aprire la nostra vita per accogliere il suo perdono: celebriamo questa Domenica facendo l’esperienza del figlio che ritorna alla casa del Padre, per lasciarci accogliere dal Suo abbraccio.

MONIZIONE al SEGNO(il segno sarà attenzionato dopo la preghiera di colletta)

Consolare gli afflitti: Le afflizioni sono espressioni di una sofferenza così intensa e continuativa il cui esito comune è l'angoscia: uno ha l'impressione di non farcela più, si trova come in un tunnel di cui non intravede l'uscita, si sente isolato, abbandonato. La parola Con-solare significa stare con le persone sole e noi oggi liberiamo la Compassione perché solo camminando accanto ai nostri fratelli che soffrono, solo partecipando alle sofferenze dell’altro potremo incarnare quel Cristo che per primo ci ha consolati mostrandoci il volto misericordioso del Padre.

MONIZIONE di ringraziamento: O Gesù Eucarestia, oggi ci inviti a tornare al Padre, a rallegrarci e a far festa con Lui. Tu sei sempre pronto ad accordare il perdono, la benevolenza, l’amore. Donaci di gustare la gioia del vivere da figli amati e perdonati. Donaci un cuore simile al tuo, un cuore che ha delle ragioni che la ragione non ha.

adultera13 Marzo 2016

MONIZIONE d'INGRESSO: Nella Liturgia odierna il Signore invita la donna adultera a vivere un’esistenza nuova. Con il gesto del perdono il Signore fa nascere un mondo nuovo. Anche a noi offre il perdono chiamandoci a una vita di luce e di pace. In questa Eucaristia, lasciamoci cambiare il cuore per essere capaci di offrire ai fratelli il gesto del perdono.

MONIZIONE al SEGNO(il segno sarà attenzionato dopo la preghiera di colletta)

Perdonare le offese: Il perdono dei nemici è l'impegno più difficile che ci ha affidato il Signore. Ce lo ha presentato con caratteristiche precise: "Avete inteso che fu detto, amerai il tuo prossimo e odierai il tuo nemico; ma io vi dico: amate i vostri nemici e pregate per i vostri persecutori". Liberiamo il Perdono perché senza di esso sarebbe l'orgoglio a dominare la scena di questo mondo, mentre i cristiani che accettano la dimensione della misericordia e del perdono diventano anima di un mondo riconciliato e costruttori del Regno di Dio già quì sulla terra.

MONIZIONE di ringraziamento e impegno: Il Pane che mangiamo è comunione con la vita del Signore Gesù, pane colmo della forza dello Spirito Santo. O Gesù Eucaristia, che ti manifesti come il Dio della misericordia risollevaci, con amore, da ogni peccato.

Visite: 757

Questo sito web utilizza i cookie


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.